top of page

dom 20 nov

|

Spazio Elle, Locarno

FREQUENZE LIBERE – Erb/ Künzi/ Weber (Lucerna/Zurigo/Berna, CH)

Christoph Erb (sassofoni e clarinetto basso), Christian Weber (contrabbasso), Emanuel Künzi (batteria). «Sondare» è il termine che meglio descrive quello che accade nell’interazione tra questi tre musicisti. Sono degli armeggiatori sonori complementari e degli spiriti liberi.

FREQUENZE LIBERE – Erb/ Künzi/ Weber (Lucerna/Zurigo/Berna, CH)
FREQUENZE LIBERE – Erb/ Künzi/ Weber (Lucerna/Zurigo/Berna, CH)

Orario & Sede

20 nov 2022, 17:30

Spazio Elle, Locarno, Piazza G. Pedrazzini 12, 6600 Locarno, Switzerland

Info sull'evento

Con Christoph Erb, Christian Weber ed Emanuel Künzi tornano a Locarno tre grandi interpreti di levatura internazionale della musica improvvisata e d’avanguardia, per la prima volta riuniti in trio. Nella loro musica si fondono esplorazioni sonore e strutturali, in armonia e disarmonia. Grazie a questo il loro sound suona voluminoso, eruttivo, a volte brutale, altre volte calmo e soave, ma sempre spettacolare, ma soprattutto mai creato senza riflessioni interiori. Anche in questo caso siamo di fronte ad un trio di manipolatori di suoni dallo spirito libero, che si completano idealmente a vicenda, forse più vicino al Jazz rispetto al trio di Hans Koch. 

Christoph Erb è stato definito un creatore di drammaturgie sonore di cristallina bellezza. Ma anche la bellezza ha dirupi, zone incolte e precipizi. Con il suo sassofono combatte contro i demoni e arriva ad esplorare territori dove sinora avevano accesso solo gli alieni. La musica comunque rimane “terrena”, rappresentando l’uomo nella sua essenza. Erb ha suonato in diversi progetti per duo e trio e ha collaborato con Tomeika Reid, Paul Lovens, Michael Vatcher, Nate Wooley, Josh Berman, Jeb Bishop, Hans Koch, Frantz Loriot, Julian Sartorius, Peter Schärli e Manuel Mengis. Dal 2007 ha inoltre una propria casa discografica, la Veto Records, che ha già pubblicato una lunga serie di album con artisti svizzeri e anche di oltremanica. Da parecchi anni gira in tournee in Europa e Stati Uniti con gruppi quali l’Erb/Baker/Rosaly Trio, “Easel” con Fred Lonberg-Holm e Michael Zerang, “The Urge Trio” con Tomeka Reid e Keefe Jackson e il trio Adasiewicz/Erb/Roebke. Nel 2012 ha ottenuto il premio arte e cultura  della città di Lucerna. Come leader ha diretto band come Lila, Veto, BigVeto EKL ed erb-gut. Con quest’ultima ha vinto nel 2005 Il premio Jazz della Banca Cantonale di Zurigo.  

Di più su Christoph Erb:

www.erb.li

www.veto-records.ch 

Christian Weber è nato a Zurigo nel 1972 ed è giustamente considerato uno dei maggiori contrabbassisti, non solo a livello svizzero. Ha suonato in diversi ensemble in tutto il mondo. Attualmente i suoi progetti includono il trio con Ellery Eskelin e Michael Griener e quello con Michael Wintsch e Christian Wolfarth. L’energico basso di Charles Mingus e la sua musica che bruciava con urgenza, furono una rivelazione per il giovane Christian. Poco dopo, ottenuto il suo primo contrabbasso, ha iniziato ad esplorare il mondo che gli si apriva davanti. Si è poi trasferito alla Hochschule für Musik und darstellende Kunst di Graz in Austria, dove ha studiato con Wayne Darling ed Ewald Oberleitner. Ulteriori studi al Conservatorio Bruckner di Linz hanno portato alla liberazione dagli idiomi e ad un esame intensivo della musica composta della seconda metà del 20° secolo e della musica elettronica. Successivamente ha avuto l’occasione di approfondire il tutto con Ernst Wiesendanger e soprattutto con il grande Marc Dresser a New York. Ancora oggi Weber è un ricercatore che si occupa in egual misura di musica improvvisata elettroacustica, musica da camera, Jazz, Rock e Pop. Questa vasta gamma non rappresenta una giustapposizione un crossover, nella musica di Weber queste diverse fonti sono dipendenti reciprocamente. Tra le collaborazioni possiamo menzionare Han Bennink, Lol Coxhill, Jacques Demierre, Pierre Favre, Hans Koch, Peter Kowald, Oliver Lake, Urs Leimgruber e Irène Schweizer. Le sue collaborazioni con grossi calibri quali Han Bennink, Jeb Bishop, John Butcher, Lol Coxhill, Jacques Demierre, Christy Doran, Paul Dunmall, Ellery Eskelin, Peter Evans, Pierre Favre, Charles Gayle, Uli Gumpert, Jason Kahn, Hans Koch, Gerry Hemingway, Tomas Korber, Peter Kowald, Joachim Kühn, Oliver Lake, Joke Lanz, Urs Leimgruber, Paul Lytton, Rudi Mahall, Norbert Möslang, Simon Nabatov, Lucas Niggli, Evan Parker, Olaf Rupp, Irène Schweizer, Christine Abdelnour, Elliott Sharp, Martin Siewert, Aki Takase, Dieter Ulrich, Michel Wintsch, Stephan Wittwer, Nils Wogram, Christian Wolfarth, Michael Wollny, Nate Wooley, Otomo Yoshihide e molti altri sono documentati su oltre 80 registrazioni. “Christian Weber, il contrabbasso che devi aver sentito per credere che la ricchezza, la fantasia dei suoni sia un uomo solo e senza corrente a fornire l’energia all’ingombrante strumento. Weber scricchiola e ringhia come se stesse trattando le corde con una raspa invece di un archetto… il ruvido sviolinare, lontano dall’armonia, inizia a luccicare e ad affascinare. Le frequenze basse rimbombano senza fondo, ma in alto egli graffia verso le alte vette. Il suono stesso sembra dividersi in due parti. È comunque suonato a due mani, pizzicando con una e frustando e scattando con l’altra…” scrive Rigobert Dittmann a proposito del secondo album solista di Weber “Walcheturm solo”. Weber è soprattutto apprezzato per i potenti suoni del suo basso, che riempiono l’intero spazio della sala e per i suoi contrappunti “velenosi”. Nel 2003 ha ricevuto il “Cultural award for arts” della città di Zurigo, nel 2015 ha vinto una borsa di studio per sei mesi a New York. Attualmente è docente alla Hochschule di Lucerna e docente privato alla Hochschule der Künste a Berna. Dal 2012 al 2018 è stato insegnante di contrabbasso con Dan Styffe, Joel Quarrington, Margaret Urquhart, Thierry Barbé, Bozo Paradzik, Stephan Petzold e Silvio Dalla Torre al Kontrabasskaleidoskop Michaelstein.

Di più su Christian Weber →

Emanuel Künzi (Langnau i.E.1986) vive e lavora a Berna. Batterista autodidatta, si specializza poi con Pierre Favre, Norbert Pfamatter e Gerry Hemingway alla Jazzschule di Lucerna. Grafico di professione, compone pure musica per teatro ed è attivo in ambito sociale quale educatore. Ha suonato, tra gli altri, con Tim Berne, Thomas Dürst, Heiri Känzig e nella “Fischermanns Orchestra”. Coinvolto anche con il “Kimm Trio”, con “Opel Rost” e con il trio “EKL”. Ha vinto una borsa di studio del Friedl-Wald di Basilea (2012). Vanta esibizione in Svizzera e all’estero con Le String Blö (Jazzfestival Willisau e Spazio Culturale Panelle), con Blaer (premio Jazz ZkB), Kimm Trio (premio Credit Suisse), Rudi Mahall (tour in Svizzera), Tim Berne/Gerry Hemingway Ensemble (Unerhört Festival), J.J. Pedretti & Nahoko Hara (Art Basel), composizioni e performances per il teatro della prigione di Lenzburg. Altre collaborazioni, tra le altre, con Lauren Newton, Hans Hassler, Hans-Peter Pfammatter, Hans Koch, Thomas K.J. Meyer, Pablo Haller, Vera Kappeler, Roberto Domeniconi, Flo Stoffner, Anna Frey, Franziska Baumann, Keefe Jackson, Beatie Bossy, Vincent Membrez, Brooks Giger, Marc Unternährer, Manuel Troller, Hendrix Ackle, Ghost Town Trio, Mara Miccichè, Peter von Siebenthal, Roland von Flüe, Ursina e EKL Trio.  

Di più su Emanuel Künzi →

Condividi questo evento

Programma
Non ci sono eventi in programma
bottom of page